Parcheggio a far data da

Ospedale Bellaria di Bologna, parcheggio. Cartello fotografato il 30 luglio 2014:

bellaria

Ottimo esempio (negativo) da proporre a un corso di scrittura efficace. Vediamo i punti deboli:

1. “Attenzione”. Parola del tutto inutile. Un cartello così grande lo nota chiunque. E lo legge. Se poi uno è così distratto o menefreghista che non si accorge del cartellone, allora non cìè speranza: non sarà certo “attenzione” a catturare il suo interesse.

2. “Si avvisano gli utenti”: ma no, un cartello addirittura avvisa gli utenti!

3. “che a far data dal 29 ottobre 2012”: scrivere “dal 29 ottobre 2012” pareva poco fine?

4. “dal 29 ottobre 2012 il parcheggio sarà a pagamento”: perché il futuro? Siamo al 31 luglio 2014! Non prevedevano di lasciarlo in funzione così a lungo?

5. “da lunedì a sabato”: solo la settimana del 29 ottobre 2012?

Ma gli autori, poi, hanno uno scatto di saggezza: hanno scritto “dalle 8.00 alle 18.00” e non “dalle ore 8.00 alle ore 18.00”. Non sono irrecuperabili.

Soluzione: IL PARCHEGGIO È A PAGAMENTO DAL LUNEDÌ AL SABATO DALLE 8.00 ALLE 18.00. 13 parole (58 caratteri) invece di 25 parole (108 caratteri). Ma il contenuto informativo c’è tutto.

Parcheggio a far data daultima modifica: 2014-08-04T19:39:10+00:00da cortmic