Quanti italiani fanno fatica a leggere frasi brevi?

literacy

Nel sito del «Corriere della sera» è apparso qualche giorno fa un articolo dal titolo scoraggiante: Ocse Piaac, in Italia un adulto su 4 riesce a leggere solo frasi brevi. L’articolo, ripreso pedissequamente da diversi siti, cerca di dar conto di alcuni risultati dell’indagine PIAAC (Programme for the International Assessment of Adult Competencies), un programma  ideato dall’OCSE (“Organizzazione per la … Continua a leggere

Trapassato remoto

trapassato

Nel «Post» è uscito qualche giorno fa (il 10 aprile 2016) un articolo di Leonardo Tondelli intitolato Il trapassato non trapassa, dedicato al trapassato remoto. Il punto di partenza è un articolo di Roberto Cotroneo, Il trapassato remoto che non usa più nessuno, introdotto così da Tondelli: «La scorsa settimana uno scrittore italiano su un giornale italiano ha scritto un … Continua a leggere

Insegnare all’IIT a scrivere in italiano. Lesson one

iit_logo

Domenica scorsa, un certo numero di scienziati italiani all’estero ha pubblicato sul «Sole 24 ore» un appello dal titolo Separare scienza e politica, molto critico sulla procedura adottata dal governo italiano per creare un polo scientifico-tecnologico sull’area nella quale si è tenuta l’anno scorso l’Expo. L’IIT (Istituto Italiano di Tecnologia), l’Istituto incaricato di redigere il progetto del nuovo polo, ha … Continua a leggere

Continua a imperversare la lingua disonesta del Ministero dell’Istruzione

miur

Capita spesso che, quando ci si imbatte nei documenti del Ministero dell’Istruzione, ci si trovi di fronte ad esempi esasperati di burocratese, con forti contaminazioni di un’altra varietà pseudospecialistica, quella che è stata denominata didattichese (sul quale si può vedere prima un articolo di Mario Pirani del 2000, poi una sintesi recente di un’insegnante, Sandra Zingaretti). L’ultimo di questi testi … Continua a leggere

Che lingua fa

nuovi_argomenti_quarta

Il numero 73 (gennaio-marzo 2016) di «Nuovi Argomenti», curato da Giuseppe Antonelli, raccoglie saggi e pareri di linguisti, editor, traduttori, poeti e scrittori sullo stato attuale della lingua italiana, particolarmente in riferimento alla lingua della letteratura. Alcuni interventi (come, ad esempio, quello di Marco Cubeddu o il diario linguistico di Tullio De Mauro) sono già stati pubblicati in rete. Da … Continua a leggere

Meglio vivere un giorno da leone che cento anni da pecora

anni_pecora

Donald Trump, il discusso e problematico candidato alle primarie del partito repubblicano, ha rilanciato un tweet con una frase proverbiale: «it is better to live one day as a lion than 100 years as a sheep». Il motto era stato postato inizialmente dall’account @ilduce2016, che ha l’abitudine di diffondere frasi del duce tradotte in inglese, presentate come se fossero state … Continua a leggere

Le bufale su petaloso

petaloso

Uff … ancora su petaloso. Sono convinto che più di un lettore reagirà così a questo post. Però, sì, ancora su petaloso, per tre ragioni: perché le stupidaggini su questa parola girano ancora, e io vivo nell’utopia illuministica che spiegando le cose prima o poi si possano diffondere delle opinioni fondate su dati di fatto; perché, comunque, la bagarre mediatica che si … Continua a leggere

Petaloso

facciosa

È il momento dei neologismi. Si stava ancora discutendo di configlio, quando è scoppiato il tornado petaloso. È bene ricostruire la storia, perché in migliaia ne parlano, ma quasi tutti per sentito dire, diffondendo valanghe di stupidaggini da far paura. Dunque,  Matteo, un bambino di terza elementare di Copparo, nel Ferrarese, deve fare un esercizio abbastanza facile: scrivere delle frasi … Continua a leggere

Configlio

stepchild

Francesco Sabatini, nel suo intervento di domenica 7 febbraio 2016 a «Uno Mattina in famiglia», ha proposto un neologismo: configlio, per indicare il figlio acquisito, cioè il figlio che il partner ha avuto da un’altra relazione. Si può (ri)vedere l’intervento nel podcast, a partire da 1:46. La proposta Sabatini parte dall’osservazione di un vuoto lessicale nell’italiano di oggi: manca un … Continua a leggere

Una comune lingua europea o molte lingue europee comuni?

bandiere-ue

Roberto Sommella («giornalista economico, laureato in Scienze Politiche, esperto di finanza pubblica e di politiche europee, direttore delle Relazioni Esterne dell’Antitrust») ha pubblicato il 23 dicembre 2015, nel suo blog nel portale dell’«Huffington Post» un articolo dal titolo Una sola moneta, una sola lingua per unire l’Europa, riproposto, poi, nell’”Unità” del 28 dicembre 2015 , con il titolo Serve un … Continua a leggere