Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione

Francesco Cancellato ha scritto su «Linkiesta» un articolo in cui, a mio parere forzando i dati a disposizione, sostiene che I sindacati non vogliono che gli insegnanti sappiano l’inglese. Alla base del suo teorema sta il parere negativo dato dal Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione.

cancellato Del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione chiede: «Alzi la mano chi ne conosceva l’esistenza? Non preoccupatevi, non è colpa vostra: il Cspi esiste dallo scorso aprile ed è figlio una “grande battaglia politica e giudiziaria condotta in solitudine della Flc Cgil”. Così perlomeno si legge sul loro sito».

In realtà, basterebbe guardare Wikipedia per accorgersi che la storia è, quanto meno, più complessa. Il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione, che allora si chiamava Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione, è stato istituito nel 1974, con il DPR 416, “Provvedimenti delegati sulla scuola”. L’ultima elezione del Consiglio, nella forma prevista da questo provvedimento, è stata del 1996; poi, nel 1999 il Consiglio è stato riformato con il D. lgs. 233.

Come si legge nel sito della CGIL linkato dal giornalista, il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione (CSPI ex CNPI) era poi stato abolito nel 2013 e ripristinato nel 2015.

Quindi, a meno di non voler fare giochini da Azzeccagarbugli basandosi sul cambiamento del nome, questo organismo è ben più vecchio di quanto il giornalista voglia farci credere.

Consiglio Superiore della Pubblica Istruzioneultima modifica: 2016-02-06T18:26:42+00:00da cortmic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*